Alle pendici del maestoso Monte Alpi, nel cuore del suggestivo Parco Nazionale del Pollino, sorge Castelsaraceno, un borgo intriso di storia e fascino. Tra i borghi più belli d’Italia della Basilicata è stato premiato nel 2023 con la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano.

Il suo nome stesso, “Castrum Saracenum,” evoca le memorie di un passato ricco di sfide e incursioni, testimoniando la roccaforte saracena che un tempo dominava questa pittoresca località. Immergendosi tra le stradine lastricate e le antiche mura, si avverte l’atmosfera incantevole di un luogo che ha saputo preservare la sua autenticità nel corso dei secoli.

Con il Ponte Tibetano più lungo del mondo (586 metri di lunghezza), il Ponte tra i due Parchi di Castelsaraceno è il ponte tibetano a campata unica più lungo del mondo. Un’opera ingegneristica straordinaria che collega il Parco Nazionale del Pollino a quello dell’Appennino Lucano Val d’Agri – Lagonegrese.

Castelsaraceno è più di un borgo; è un racconto vivo che si dispiega attraverso le sue architetture medievali, le chiese antiche e i vicoli pittoreschi. La sua posizione privilegiata offre non solo panorami mozzafiato delle valli circostanti, ma anche l’opportunità di esplorare una natura incontaminata, che fa da cornice a questa gemma della Basilicata.

I visitatori che si avventurano a Castelsaraceno sono accolti dalla calda ospitalità della sua comunità e dalla suggestione di un paesaggio che incarna la quintessenza della bellezza lucana. Castelsaraceno, con la sua storia nel nome e nella pietra, si rivela come una destinazione imperdibile per coloro che cercano la fusione perfetta tra patrimonio culturale e natura selvaggia.