Immerso nella maestosa bellezza del Parco Nazionale del Pollino, nella valle del fiume Sinni, si trova Senise, un affascinante borgo che unisce la tradizione alla magnificenza naturale. La sua storia, intricata e leggendaria, è come una trama che si snoda tra vicoli medievali e antichi palazzi nobiliari, creando un affascinante labirinto di cultura e paesaggi.

La tradizione locale affonda le radici nel significato del toponimo Senise, interpretato come “luogo del Sinni”. La leggenda, invece, vuole che un cavaliere senese, errante verso le Crociate, abbia fondato il paese. Sebbene la storia esatta possa sfuggire, Senise si presenta oggi come un gioiello che unisce la ricca eredità del passato con le meraviglie naturali del presente.

Il centro storico di Senise si snoda ai piedi di un castello medievale, un dedalo di vicoli e caseggiati che trasporta i visitatori indietro nel tempo. Passeggiare tra le strade medievali di Senise è come perdersi in un affascinante labirinto inestricabile, dove ogni angolo rivela un pezzo della storia del paese. Palazzi nobiliari come Palazzo Crocco, Palazzo Guerriero, Palazzo Donnaperna, Palazzo Sole, Palazzo Marcone, e Palazzo Barletta sono solo alcune delle testimonianze dell’antica grandezza di Senise.

Ma Senise è molto più di una gemma storica; è anche una porta d’accesso privilegiata al Parco Nazionale del Pollino. La sua posizione privilegiata nella valle del fiume Sinni offre ai visitatori l’opportunità di esplorare uno dei parchi nazionali più estesi d’Italia, con paesaggi mozzafiato, fauna selvatica e una ricchezza di biodiversità.

Senise è un invito a scoprire la Basilicata attraverso i secoli, camminando tra le tracce di un passato nobile e perdersi nella bellezza intatta della natura. Un viaggio a Senise è un connubio perfetto tra storia e ambiente, un’esperienza che incanta e lascia un’impronta duratura nei cuori di chi lo visita.