Vaglio, affascinante comune nella provincia di Potenza, Basilicata, è una destinazione intrisa di storia, con un centro storico ricco di siti religiosi e gemme architettoniche che catturano l’attenzione dei visitatori.

Tra i luoghi più significativi  spicca la Chiesa di San Pietro Apostolo, un gioiello risalente ai secoli XV-XVI. Mentre ci si addentra lungo Via Roma, conosciuta anche come Via di Sopra, questa magnifica chiesa si staglia nel panorama. Altra tappa imperdibile è la Chiesa di San Giuseppe, eretta nel XVI secolo. Numerosi altri luoghi di culto, tra cui la Chiesa di San Donato, conosciuta anche come Santa Maria di Nazareth, un edificio che affonda le radici tra l’XI e il XIII secolo, e la Chiesa di Santa Maria del Carmine, un luogo sacro con navata unica, abside e un suggestivo portale gotico risalente al XV secolo.

Il campanile imponente che svetta accanto alle strutture della chiesa è uno degli elementi distintivi di Vaglio. La facciata è un capolavoro di lavorazione lapidea, e il portale del XVIII secolo è adornato da raffigurazioni dei Santi Pietro e Paolo, sormontato dall’emblema di Vaglio, che raffigura Ercole armato con una clava e seduto su un leone.

All’interno della chiesa, si trovano altari in legno e marmo, insieme a numerose sculture risalenti ai secoli XVIII e XIX. Opere d’arte notevoli includono “La Sacra Famiglia” e “La Madonna del Rosario”, attribuite ad Antonio Stabile. Tra gli altri tesori, spiccano un organo del XVIII secolo, un coro intagliato in legno decorato con scene di caccia, flora e fauna, e un reliquiario di San Faustino Martire, patrono di Vaglio, situato sotto l’altare principale.

La Chiesa di Santa Maria di Nazareth, risalente all’XI-XIII secolo, presenta due piccole navate separate da un’unica arcata, ognuna ornata da una piccola abside semicircolare. La chiesa ospita un notevole ciclo di affreschi dei secoli XII-XVII e preziosi arredi liturgici, tra cui due altari in legno del XVIII secolo e due statue del XVIII secolo raffiguranti San Donato e la Madonna con Bambino. Un piccolo cimitero con cripta si trova sotto la chiesa.

Vaglio, con la sua ricca storia e i suoi tesori artistici, offre ai visitatori l’opportunità di fare un viaggio indietro nel tempo. Esplorare questa affascinante città in Basilicata è un’esperienza che permette di immergersi nel suo patrimonio culturale e artistico, offrendo uno sguardo appassionante sulla sua evoluzione nel corso dei secoli.